il Prugnoso
il migliore amico degli invertebrati
Fotografia

Maggio Mistico
intanto una quercia germoglia, prugnosa, tra le ortiche.




Fantastici i diari di coltivazione in questo periodo... dionee e sarracenie che si risvegliano, sbocciano, ascidiano (si puo' dire?) e si colorano... le drosere che in poche settimane tentacolano per ogni dove ricoperte di acidi digestivi... fin'anco le fastidiosissime piantine di subulata gridano "primavera" punteggiando i vasi di pois giallo zolfo.

In questo periodo non scrivo molto sul blog - la serra e' praticamente abbandonata e il lavoro mi assorbe da paura... Per dirne una, come avrete notato l'ultimo numero del magazine, per la prima volta in cinque anni, non e' stato fotocomposto da me ma da me e Chiara - o sarebbe meglio dire da Chiara e basta - questo vi da' la misura del tempo che mi resta libero - zero :-) ... con l'occasione, un grazie di cuore a Chiara che, silenziosa, mi sta dando una gran mano con il maga appunto.

Per farmi perdonare vi lascio qualche foto di alcune delle flave che in questo periodo, com'e' noto, mostrano i loro muscoli - per la cronaca su un paio di foto ho provato a utilizzare una prospettiva diversa dal solito nel ritrarre le flave - anziche' un classico obiettivo standard con inquadrature frontali ho utilizzato un grandangolare preso sulla verticale della pianta. L'effetto e' gradevolmente caotico e l'aspetto a canne d'organo di questi esemplari e' esaltato.

La prima e' una Sarracenia flava maxima che, come noto, deve il suo nome all'erronea convinzione che fosse la piu' grande tra le flave (in realta' non e' cosi') - quello invece che contraddistingue la maxima e' la totale assenza di pigmentazione rossa - che fornisce a questa flava un portamento particolarmente elegante ed essenziale.

La seconda e' un esemplare di Sarracenia flava atropurpurea proveniente dal Blackwater Forest State Park, in Florida (USA). E' una pianta vigorosa, coloratissima, che sovrappone piu' serie di striature rosso carminio ad un incarnato arancio che vira al giallo specialmente sulla zona del labbro dell'ascidio. Completa il quadro una traccia di "taglio" alla rugelii.

Terza, violenta e chiassona, una Sarracenia flava rugelii di quelle classiche - incarnato giallo verde tipico delle flave, con il tipico disegno rosso che ha conferito per anni a questo taxon l'appellativo di "flava gola tagliata"... gran parte degli ascidi di questa driade sono gia' ricolmi di mosche e falene - un modo decisamente piacevole di iniziare l'annata.

Maggio mistico...

Prima di chiudere devo inserire un piccolo panorama per Daniele Pernechele a cui ho promesso una foto presa proprio da "dentro" la serra.

Dani, ciccio, questa e' per te - mentre ero seduto a rinvasare le piccole flave stasera ho preso su la macchinetta e ho fatto una foto a quello che si vede dal tavolo di lavoro, in modo da poterti immergere direttamente dove sono io. Poi sono andato a farmi fuori un po' delle fragole di Severino (che e' ora!) - le prime della stagione! Ti mando un abbraccione e ci vediamo presto!

Ringrazio tutti quelli che mi scrivono per offrirmi aiuto con Capo Topo - siete tutti gentilissimi e spero ci ritroveremo presto da me per una grigliatona/pranzo/rinvaso/ecc. ;-)

Ah si, la quercia prugnosa, eccola qua - quasi me la dimenticavo. Germogliata fuori Capo Topo tra erbacce d'ogni tipo che la soffocano ogni momento - com'e' mia abitudine, l'osservo ma lascio che se la sbrighi con le sue forze.

Maggio mistico davvero.

fabio, 10 May 2009 alle 23:11  7 comments  reads 88999/67347
in Capo Topo, Fotografia.
3 Maggio
45 gradi centigradi




Diceva il mio entomologo personale che molti dei ragni che ho ripreso nei giorni scorsi (e che ormai sono in gran numero sulle sarracenie) sono in realta' femmine di Philaeus crysops e che i maschi sono in realta' molto piu' sgargiolini.

Oggi, mentre rinvasavo alcune delle sarracenie ridotte peggio, credo di averne beccato uno - moooolto piu' attivo e nevrastenico delle femmine - e' stata una vera impresa riuscire a rincorrerlo per la serra e fargli qualche primo piano - ho anche ripreso l'addome bello rosso. Sgargiantissimo in effetti. Era davvero irrefrenabile - saltava come un matto, correva, fremeva, si strusciava le zampe a non finire - direi che era in gran tiro - credo stanotte in serra ci sara' grande orgia crysopica.

Fuori la serra di Carlo invece (carissimo amico succulentofilo) ho ripreso questo bell'odonato che se ne stava in pieno cazzeggio.

Novita' in serra - poco da dire... c'e' un gran caldo, le flave hanno iniziato a colorarsi e ci sono gia' un bel po' di colori e sfumature. Oggi nei momenti piu' intensi c'erano oltre 45'C - e siamo solo ai primi di Maggio - non oso immaginare Giugno e Luglio (intanto la scorta d'acqua ha iniziato a scendere). Le semine di sarracenia stanno pompando alla grande - anche troppo - e mi preoccupa il pensare dove poter mettere (o come poter rinvasare) migliaia di seedlings. Le dionee invece mi danno da pensare - ne ho seminate a centinaia, da 40 giorni, e ancora non c'e' segno di germinazione. Primavera freddina forse - o semi crepati? Chi vivra' vedra'.

Di interessante ho notato il bel seme bifido di Drosophyllum pubblicato nel blog di Chiara - per non essere da meno vi pubblico un fiore bifido di sarracenia trovato oggi durante i rinvasi.

A domani.

fabio, 3 May 2008 alle 23:22  3 comments  reads 113714/74629
in Bestiario, Capo Topo, Fotografia.
Il rosso
fa la sua gran comparsa

Maggio e' arrivato (ormai tra poche ore) e non a caso con Maggio si fa vivo anche il rosso porpora delle prime rubricorpore e atropurpuree... il rosso burgundy dei fiori di leucophylla e di rubra, il rosso vinaccia delle purpurea e l'arancio dei fiori di moorei.

Nel frattempo, mentre le sarracenie iniziano ad aprire e a colorare i primi ascidi, l'attivita' ragnosa sta diventando frenetica. Il caldo ha alzato l'attivita' (e quindi l'appetito) dei vari ospiti multizampa della mia serra e si colgono situazioni decisamente simpatiche.

Qui sopra una mosca (strana, peraltro, giallognola) presa al volo dal "Freddoloso", il salticida peloso presentatovi qualche giorno fa - in particolare la foto ritrae mosca e ragno mentre fanno amicizia. Sotto invece un altro salticida comune a Capo Topo, non so se sia una forma giovanile dell'esemplare sopra o sia una specie differente. Simpatico comunque.

Infine, per chiudere (oggi intervento molto stringato, solo per fare un po' di hits e scalare la classifica dei blog piu' letti ;-) - una foto che trovo molto carina... un ragno che attende la sua preda e si "gira" per seguire le mosche in volo sopra di lui. E' appoggiato ad un ascidio in formazione di flava - sullo sfondo, sfocati, altri ascidi di flava in formazione, riconoscibili per il tipico verde-giallo... in tutto questo mare verde, il ragnolo tutto solo che aspetta una mosca con cui fare amicizia.

E' davvero un luogo di gioia e letizia Capo Topo.....

fabio, 30 April 2008 alle 22:39  4 comments  reads 181197/141349
in Bestiario, Capo Topo, Fotografia.
<  13 July 2020  >
MonTueWedThuFriSatSun
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031
 
 
Plotilda Copyright 2006-2008 Fabio d'Alessi  -  Blogs     - 8494961 hits