il Prugnoso
il migliore amico degli invertebrati
Maggio Mistico
intanto una quercia germoglia, prugnosa, tra le ortiche.




Fantastici i diari di coltivazione in questo periodo... dionee e sarracenie che si risvegliano, sbocciano, ascidiano (si puo' dire?) e si colorano... le drosere che in poche settimane tentacolano per ogni dove ricoperte di acidi digestivi... fin'anco le fastidiosissime piantine di subulata gridano "primavera" punteggiando i vasi di pois giallo zolfo.

In questo periodo non scrivo molto sul blog - la serra e' praticamente abbandonata e il lavoro mi assorbe da paura... Per dirne una, come avrete notato l'ultimo numero del magazine, per la prima volta in cinque anni, non e' stato fotocomposto da me ma da me e Chiara - o sarebbe meglio dire da Chiara e basta - questo vi da' la misura del tempo che mi resta libero - zero :-) ... con l'occasione, un grazie di cuore a Chiara che, silenziosa, mi sta dando una gran mano con il maga appunto.

Per farmi perdonare vi lascio qualche foto di alcune delle flave che in questo periodo, com'e' noto, mostrano i loro muscoli - per la cronaca su un paio di foto ho provato a utilizzare una prospettiva diversa dal solito nel ritrarre le flave - anziche' un classico obiettivo standard con inquadrature frontali ho utilizzato un grandangolare preso sulla verticale della pianta. L'effetto e' gradevolmente caotico e l'aspetto a canne d'organo di questi esemplari e' esaltato.

La prima e' una Sarracenia flava maxima che, come noto, deve il suo nome all'erronea convinzione che fosse la piu' grande tra le flave (in realta' non e' cosi') - quello invece che contraddistingue la maxima e' la totale assenza di pigmentazione rossa - che fornisce a questa flava un portamento particolarmente elegante ed essenziale.

La seconda e' un esemplare di Sarracenia flava atropurpurea proveniente dal Blackwater Forest State Park, in Florida (USA). E' una pianta vigorosa, coloratissima, che sovrappone piu' serie di striature rosso carminio ad un incarnato arancio che vira al giallo specialmente sulla zona del labbro dell'ascidio. Completa il quadro una traccia di "taglio" alla rugelii.

Terza, violenta e chiassona, una Sarracenia flava rugelii di quelle classiche - incarnato giallo verde tipico delle flave, con il tipico disegno rosso che ha conferito per anni a questo taxon l'appellativo di "flava gola tagliata"... gran parte degli ascidi di questa driade sono gia' ricolmi di mosche e falene - un modo decisamente piacevole di iniziare l'annata.

Maggio mistico...

Prima di chiudere devo inserire un piccolo panorama per Daniele Pernechele a cui ho promesso una foto presa proprio da "dentro" la serra.

Dani, ciccio, questa e' per te - mentre ero seduto a rinvasare le piccole flave stasera ho preso su la macchinetta e ho fatto una foto a quello che si vede dal tavolo di lavoro, in modo da poterti immergere direttamente dove sono io. Poi sono andato a farmi fuori un po' delle fragole di Severino (che e' ora!) - le prime della stagione! Ti mando un abbraccione e ci vediamo presto!

Ringrazio tutti quelli che mi scrivono per offrirmi aiuto con Capo Topo - siete tutti gentilissimi e spero ci ritroveremo presto da me per una grigliatona/pranzo/rinvaso/ecc. ;-)

Ah si, la quercia prugnosa, eccola qua - quasi me la dimenticavo. Germogliata fuori Capo Topo tra erbacce d'ogni tipo che la soffocano ogni momento - com'e' mia abitudine, l'osservo ma lascio che se la sbrighi con le sue forze.

Maggio mistico davvero.

fabio, 10 May 2009 alle 23:11  7 comments  reads 88890/67258
in Capo Topo, Fotografia.

madonna santissima!!!!!!!!! so dove cercare il paradiso!!!!!!! sono sconvolto!

faunista  11 May 2009 alle 10:15

Fabione, che foresta! Bellissima l'immagine della serra "esplosa" che presenta una "scheggia" di cactus caduta lì, quasi per caso... Sei Grande. ;-)

andrea  11 May 2009 alle 11:04

Fantastiche, assolutamente fantastiche. La seconda e' fenomenale, superba. Invidio coloro che un passetto in paradiso riusciranno a farlo... :o))

Ch  11 May 2009 alle 14:33

Fabio veramente con la tua foto hai permesso a tutti noi di essere li seduti a quel tavolo e godere di quella vista celeste... non oso immaginare il relax che provi quando ti siedi li e ti guardi intorno nel silenzio della serra, tra il profumo dei fiori di sarra e il ronzio di qualche bestiola intrappolata. Ha ragione Marco: è il paradiso.

kalte-sterne  12 May 2009 alle 11:34

Siete troppo carini - tutti quanti - mi riprometto di tenervi piu' aggiornati sulla serra... in effetti e' un paradiso - e' Capo Topo... non potrebbe essere altrimenti - in questo periodo Capo Topo e' il mio porto sicuro - riflesso di pace assoluta - trasmette vita e serenita'... con tutto quello che ci sta intorno, gli orti e le famiglie che li curano, i ragni e le rane che stanno riproducendosi alla grande, Severino che canta e raccoglie asparagi e fragole - ed altre cose che non vedete. Vita insomma. Quella vera.

f  12 May 2009 alle 11:41

Non oso immaginare il tempo che potrei passare in quell'ambiente così grande e appropriato a mirare queste meraviglie, nel nostro terrazzo di soli 120 mq e con moltissime piante in meno ci faccio nottata...Complimenti come sempre Fà, ci si vede a Mira. Simone e Lucilla

Simone  13 May 2009 alle 13:02

Pazzesco, Fabio, appena posso vengo a piantare una tenda lì vicino, fagioli e capre permettendo. Come tu faccia poi anche a saper fotografare in modo così piacevolmente "carnivoro" per me è ancora oggetto di studio.. Saluti a Severino!

stefano  18 May 2009 alle 22:02
Il tuo nome? (sara' mostrato insieme al tuo commento)
Controllo convalida
Per evitare commenti anonimi, spam e altro, se vuoi lasciare un commento anche se non sei registrato come utente dovrai inserire il codice di convalida qui sopra. In caso contrario il tuo commento non sara' accettato
Scrivi un commento

Search


Last Posts (51)
19/05: Il ballo delle debuttanti (1)
14/05: Figlie del disastro
30/04: CapoTopo 2.0
26/04: Torna il sereno
23/05: La risaia di sarracenie
18/04: Un anno senza fiori
08/03: Meno due settimane al sipario
22/02: Ventun febbraio duemiladieci
03/01: Ricomincio dall'ABC
23/08: Veleno
01/06: Pian'Oro
10/05: Maggio Mistico
26/04: Inchiodato
18/01: Un inverno lungo 58 mesi
14/01: Eppur si muove!
24/07: Ode a 121
14/07: Quattordici giorni
24/06: Novanta giorni
07/06: Pelle
05/06: the Journal v30/2007
28/05: Caramelline per le retine
23/05: EW10
05/05: 4 uomini per 4 pali
03/05: 3 Maggio
01/05: Ancora ospiti
30/04: Il rosso
20/04: Ragni
19/04: Fiori
14/04: Si dia inizio alla mattanza
11/04: Bombus fantomaticus
03/04: L'Armata Brancaleone
09/03: il Cerchio delle Streghe
02/03: Rinvasi...
17/02: Cena Carnivora a Mira
15/02: Plotilda
03/02: Una giornata grigia
29/06: Arriva l'iPhone!
06/05: L'ora delle cinciallegre
11/04: Leggende Metropolitane
19/11: Domenica 19 Novembre 2006
30/10: Zucca
22/08: Satana e' tra noi
21/06: Buone nuove dal deserto
24/04: La nostra Euroflora
18/04: Battaglia di Pasqua (2)
16/04: La Battaglia di Pasqua
03/04: Non esistono piu' le mezze stagioni
30/03: Evoluzione Plotilda
29/03: Aga, Daniela e il MAME
20/03: Il primo incontro
15/01: Vagito

Piante Carnivore
AIPCnet
ICPS

Altre piante
Cactacee e Succulente
Lithops
 

Il Prugnoso e' il diario del Prugnoso, personcina un tempo particolarmente tignosa (oggi meno?) dedita alla coltivazione di piante carnivore.

E' realizzato mediante Miss Plotilda, blog manager realizzato dal suindicato tignoso a inizio 2006.

<  5 July 2020  >
MonTueWedThuFriSatSun
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031
 
 
Plotilda Copyright 2006-2008 Fabio d'Alessi  -  Blogs     - 8479242 hits