TRIFIDI
di G.Misseri
ANIMALI istruzioni per l'uso

Questa categoria è fatta di esperienze personali su ciò che bisogna fare con i nostri amici animali, quì potete trovare informazioni varie che dono a tutti per far si che i nostri amici animali stiano sempre bene.

Tutte le informazioni sono esperienze personali e non vanno sostituite in alcun modo ad un sano controllo veterinario.

GATTI

il gatto è un animale resistente e con grande recupero fisico che gli permette di affrontare diversi problemi superandoli ottimamente. Diverse malattie nascoste possono però dargli molti problemi di salute ecco quelle che ho riscontrato nei miei e come le ho curate:

INSUFFICIENZA RENALE E' una delle prime cause di decesso del gatto anziano ma anche quelli giovani possono essere colpiti. I sintomi sono eccessiva sete, scarso appetito, alitosi e stomatiti, pelo arruffato e cattivo odore generale. Quando ci accorgiamo che il nostro gatto non mangia ma beve moltissimo e ovunque allora possiamo sospettare che di base possa esserci questa malattia.

La prevenzione consiste nel far controllare il proprio gatto una volta l'anno se in buona salute tramite un esame di urine e sangue.

Scoperta la malattia io ho curato il mio gatto con il FORTEKOR e con una alimentazione fatta su prodotti specifici del tipo RENAL o KD.

Purtroppo non è stata presa in tempo e la malattia ha regredito peggiorando il quadro clinico costringendomi ad effettuare 2 flebo sotto pelle 2 volte al giorno e somministrare tramite siringa senza ago il cibo al gatto che ha smesso di alimentarsi autonomamente.

Quando il quadro clinico diventa disperato come nel caso del mio gatto (apatia,stomatite con ulcerazioni in bocca, deambulazione ondeggiante, immobilità per ore ed ore e chiara sofferenza del gatto, l'unico modo per non far soffrire l'animale è effettuare l'eutanasia.

Il veterinario dopo un'accurata visita controllerà che i reni siano ormai consumati irrimediabilmente, a questo punto non dobbiamo essere egoisti e dobbiamo lasciare al gatto la possibilità di non soffrire più senza accanimento terapeutico, sopratutto se l'animale si presenta veramente sofferente.

Lasciamolo andare. Ricordiamoci che ogni giorno vissuto dal gatto equivale a 50 dei nostri. Loro non vivono portandosi dietro la paura della morte come facciamo noi, sanno vivere ogni secondo della loro vita, se mai succede che qualcosa ce li porta via pensiamo che comunque loro anche se per poco, hanno vissuto veramente e noi non possiamo che invidiare questo modo di vivere.

VETERINARI E COMPETENZA

Attenzione alla scelta del veterinario, io ho avuto modo di provarne diversi e per ora tutti mi hanno deluso in qualche modo... sporcizia, noncuranza, negligenza, troppo attaccamento al guadagno finale, e molto, molto altro.... Quì in Val Pellice la situazione è disperata, ma io so che ottimi veterinari esistono, ci sono, bisogna solo cercare bene e provare.forse ne ho trovati 2 in gamba,vedremo.

Bisogna cercare le specializzazioni in pochi settori, io personalmente evito quelli che oltre ai gatti e cani e piccoli animali curano anche mucche,giraffe ed elefanti...

Preferisco la specializazzione in pochi settori.

Quando entrate in uno studio osservate in giro deve esserci ordine e pulizia e non cattivo odore, gli animali ricoverati devono apparire puliti e in gabbie idonee (ho visto in uno studio un gatto con insufficienza renale allo stadio finale vivere per giorni in una gabbia senza tappetino e nei suoi stessi escrementi........) il veterinario deve amare gli animali e non vederci solo soldi a palate visti i prezzi che hanno.

fate veramente attenzione!!!! Un veterinario incompetente può portarvi via il vostro animale con un semplice intervento come è successo al mio povero gatto....

<  19 November 2017  >
MonTueWedThuFriSatSun
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930

Search

 
 
Plotilda Copyright 2006-2008 Fabio d'Alessi  -  Blogs     - 1887769 hits