TRIFIDI
di G.Misseri
STEATITE

La pietra sapone o steatite è una pietra morbida ricavata da luoghi un pò come il talco. Lavorata e rigenerata viene privata da ogni forma di polvere nociva in modo che la si può lavorare con sicurezza anche se è bene proteggersi con una mascherina perchè le polveri sono sottilissime.

si può lavorare e tagliare con i seghetti e bucare con un trapano. Per modellarla si usano scalpelli, raspe e lime di varia misura.

Dopo aver dato un abbozzo della forma che si vuole creare si comincia a lavorare con le lime scavando e lisciando in modo da raggiungere la forma definitiva. Vi sono pietre verdi, marroni -rosse, e nere. La più morbida è quella marrone.

Successivamente una volta ottenuta una bella figura la si strofina con la carta vetrata prima con quella a grana grossa, poi quella media, quella fine e infine quella finissima bagnando prima la carta in acqua.

Si può lucidare con olio per steatite o vernidas. Con la lucidatura spiccano tutte le venature della pietra. Fantastico!!!

Consiglio a chi ha la passione della scultura l'uso di questo materiale malleabile e stimolante perchè è veramente facile raggiungere buoni risultati.

Ecco un elenco di materiali utili per la lavorazione:

seghetto alternativo seghetto manuale semplice lime di varia misura raspe grandi e medie carta vetrata di diverse granulometrie mascherina per il viso

Buon divertimento!

<  21 September 2017  >
MonTueWedThuFriSatSun
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930

Search

 
 
Plotilda Copyright 2006-2008 Fabio d'Alessi  -  Blogs     - 1850689 hits