Il Pigliamosche 3.1
(c'e' una Dionaea che vive in me...)
Pensieri ed Emozioni

"Dolci le melodie conosciute, ma piu' dolci le ignote - cosi' voi, tenere cornamuse, il vostro canto non al mero orecchio portate - ma, per questo piu' care, allo spirito offrite silenziosi concerti.

O grazioso giovane, alla fresca ombra mai potra' il tuo canto languire - ne' a quei rami venir meno la fronda.

Audace amante, mai tu potrai baciarla, seppur vicino alla meta - e tuttavia non disperare.

Ella non puo' sfiorire e, seppur mai colta, per sempre l'amerai - e lei sara' per sempre bella!"

Da "Ode sopra un'urna greca" di John Keats (8 giugno 2008)

"Il genere di pianta carnivora che preferisco e' 'sarracenia'. E tra esse, la piu' bella e' la 'sarracenia' ".

Fabio d'Alessi, considerazione davanti alle sue piante un anno fa... (17 giugno 2008)

"Attratto dai ridenti oggetti che mi circondano, li considero, li contemplo, li paragono, infine imparo a classificarli; ed eccomi ad un tratto tanto botanico quanto ha bisogno di esserlo chi vuol studiare la natura solo per trovarvi di continuo nuove ragioni di amarla."

J.J. Rousseau

Il risveglio ed il gioco.
Primavera

"Le cose che un bambino ama rimangono nel regno del cuore fino alla vecchiaia.

La cosa piu' bella della vita e' che la nostra anima

rimanga ad aleggiare

nei luoghi dove una volta

giocavamo."

Kahlil Gibram

Quando la primavera e'.

andrea, 3 April alle 16:52  0 comments  reads 12831/7269
in Pensieri ed Emozioni.
Il sorriso piu' bello.
Il Pigliamosche 3.1

Una stagione troppo bella questa, che sta vivendo l'undicesimo mese dell'anno in corso, undicesimo mese a tinte oro e rosse e bagnato di pioggia, nonostante le temperature tipiche della fine estate.

Una stagione vegetativa che era iniziata nel migliore dei modi, fin dalle prime battute primaverili...

...e che mi ha riservato sorprese, ben oltre le mie attese e, comunque, profondamente soddisfacenti, desicamente colme di incontenibile orgoglio da parte mia.

Provo a mettervi ordine, andando come cronologia degli eventi s'e' svolta, nel tentativo di una essenziale sintesi che circondi il perimetro di questi mesi, probabilmente, quasi certamente, i migliori della mia vita con e tra le piante carnivore.

Alla fine di maggio, la registrazione ufficiale di Sarracenia 'flavona', pianta che coltivo da 22 anni e che mģ ha accompagnato in ogni dove...

...e che ha trovato uno spazio di grandissimo onore sul prestigioso mensile "Gardenia", nella pubblicazione di ottobre. Grandissimo onore,si', grandissimo orgoglio e soddisfazione! E senso di appagamento. E gioia. Perchč sono due, finora, le piante che ho registrato presso ICPS. Una e' appunto la "flavona", l'altra e' stata...

...'iamsatyricon'.

Poi.

In luglio, a metą luglio circa, l'arrivo della mitica ed inafferrabile Nepenthes x coccinea!

Poi.

A settembre (e questa č notizia fresca e poco annunciata) l'ufficialitą della futura registrazione di Dionaea cv. cleopatra!!

Grandissimo colpo! Grandissima gioia, nuovamente! Stupenda pianta che meritava questo riconoscimento e che potra' divenire sempre piu' bella, crescendo ancora. Il suo articolo sull'ICPS Newsletter sara' presente sul numero di Dicembre 2018.

Poi.

In luglio, sempre, l'arrivo in collezione della rara Drosera magnifica, prodotta in vitrocoltura da "Best Carnivorous Plants" della Repubblica Ceca!

Una scommessa, per ora vinta. Una drosera recentemente scoperta in montagna in Brasile, capace di raggiungere dimensioni considerevoli! Per adesso mi accontento di averla fatta sopravvivere una volta uscita dalla provetta, poi provero' a farle essere felice!

Poi. Altri motivi che mi fanno essere certo di aver vissuto la stagione piu' bella...

Sarracenia leucophylla "bocaza", mai in vita mia ho visto ne' tantomeno avuto in coltivazione una "bestiaccia" di tale portata e stazza: in autunno, 110 cm di altezza nelle trappole maggiori, larghe 12 cm! Devastante! Incontrarla, fa venire la tremarella! Lo dico sempre come paragone: e' come se ad una mostra di cani di taglia media, di colpo entra un alano XXL! Sembra, quasi, fuori contesto! Ecco, questa leuco da quell'effetto li'.

Ma, a parte queste perle, e' stato in generale un anno magico. Tutte le piante mi hanno dato soddisfazioni incredibili, mai avute prima. Come i cephalotus, sono fantastici. Colori superlativi e crescite sbalorditive, inizio a pensare di cominciare un pochino a capirli... Non e' facile, eh, tutt'altro. Non e' ne' scontato, ne' facile. Ci sono accorgimenti che paiono piccoli, in realta' fanno la differenza vera tra successo e tristezza.

Ultima gemma, prima di un sorriso.

..."chi" e' costei?? Basta una "googlata" per capire tutto...

Diciamo che e' il degno regalo che mi sono concesso all'undicesimo mese di questo magico anno, nella speranza che possa essere il primo di tanti in divenire, sempre ricchi di sorprese e gioie, quando capisco che le piante stanno bene e mi mandano un sorriso, di quelli che sanno fare solo loro e che mi disarmeranno sempre.

andrea, 8 November 2018 alle 14:12  0 comments  reads 25408/15738
in Pensieri ed Emozioni.
Al compleanno di Furio.

Un omaggio tanto emozionante non avrei potuto nemmeno sognarlo, anche perche' molto sapevo e so di Furio, ma non che il 31 dicembre fosse il giorno del suo compleanno. Questo no.

Cosi' che ieri, capodanno, due cose sono accadute che mi hanno profondamente emozionato ed onorato: l'uscita del numero di gennaio 2015 della rivista GARDENIA con il bel servizio sulle sarracenie con immagini di alcune mie piante e...

...e la telefonata di Lilli Ersetti che, oltre gli auguri, si congratula con me per la pubblicazione e mi ringrazia.

"Ma non mi ringraziare" dico, "sono io che sempre ringrazio te!".

"No, dice lei, tu non sai che proprio oggi sarebbe stato il compleanno di Furio!"...

Rimango senza parole e mi illumino dentro.

E poi uno si fa tante domande, no? Credere, non credere, sentire che quando si passa di la' c'e' poi un di la'? E se c'e', come sara'? No, non so, troppe parole, troppa grandezza, troppo di troppo e poi questa luce interiore mi abbaglia.

Perche' oggi, nel giorno del Suo compleanno, una cosa la so. La so! E provo a dirla come la direbbe il poeta: da lassu' qualcuno mi ha donato un fiore.

Sono sempre io che ringrazio te.

andrea, 1 January 2015 alle 15:14  0 comments  reads 99874/57579
in Pensieri ed Emozioni.
E' arrivato Mathias: non ha nemmeno 24 ore!

Tutte le mie emozioni sono qui, adesso!

andrea, 9 July 2013 alle 16:55  0 comments  reads 90895/36842
in Pensieri ed Emozioni.
La primavera quasi perfetta!

Una primavera quasi perfetta, con quella miscela sapiente di pioggia ad intervalli giusti, con temperature in crescendo graduale, con giornate brillanti frammezzate da lunghe ore di nuvoloni cosi' pesanti da sfiorare il suolo: questo straordinario amalgama ha trasformato l'ambiente naturale, tutt'attorno. Nel delicatissimo profumo delle infiorescenze delle robinie o delle sirene; nei fulgidi prati, brulicanti d'ogni creatura; nelle melodie d'amore degli uccelli, che gorgheggiano come fresca acqua di sorgente; nelle magiche, affascinanti, completamente risvegliate ed ancora una volta rinnovate, mie amatissime, piante carnivore: la primavera quasi perfetta mi dona, quotidianamente, spettacoli incomparabili.

"La serra" si trova incastonata senza stonature nell'ambiente che la circonda: le piante al suo interno, anime pulsanti di vita, hanno saputo godere dell'incanto del clima ideale. Mi ritrovo ad osservare ogni giorno crescite inconsuete, che mi meravigliano e mi lasciano estasiato! Le forme sono prive di sbavature, le dimensioni quasi imbarazzanti: molte sarracenie sforano i 90 cm. con le trappole piu' alte, quasi tutte le dionee sono "fuori taglia".

Ma chi mi elettrizza veramente e' Drosera regia: un cespuglione di foglie collosissime lunghe tra i 20 ed i 30 cm., attivissime, sparatissime in ogni direzione! Una pura espressione di forza.

Non mi era mai riuscito un simile risultato con questa "regina". Credo che un fattore determinante sia stato quello del comprenderne a fondo le esigenze, in relazione alle condizioni che posso offrirle qui. Di sicuro ho capito che "meno la tocco e la guardo" e meglio sta! Va bene, nessun problema: sei altezzosa e lunatica e "te la tiri un sacco"? Non ti sfioro ma, ti prego, lasciati almeno ammirare da lontano!!

Primavera. Stagione fenomenale e sconvolgente. Qualche volta poco equilibrata, capace di far danni se possibile. Ma non oggi, decisamente: qui, ora, siamo quasi alla perfezione!..

Mi guardo attorno, al tramonto: sono avvolto da un paesaggio fiabesco, che e' padrone del mondo: in quel "quasi" sono racchiuse le mie speranze ed i miei sogni piu' dorati.

Postilla del poeta andreasgamba da questa discussione sul FORUM REXPLANTS, che ho apprezzato tantissimo sia per l'impegno che per i pensieri espressi:

Tosta, immensa e molto bella, dal tettuccio vuol scappare, Ma la'  fuori non c'e' stella, da poterla comparare.

Rugellona al TOP e perfetta, assomiglia ad una Dea, di Andrea la prediletta, macche' leuco!.. oppure Leah.

Mira tutte dall' alto al basso, questa Flava assai virgulta, lei gli acciacchi soppianta in asso, fra non molto sara'  adulta.

Qui ti voglio caro Andrea, fra tre mesi la patente, gia'  si'Ø fatta un' idea e un duetto lei pretende.

Sii: le spese saran salate, un consiglio: non tergiversare, te la porti a Cairate e un po' d'aria le fai cambiare.

Acquirenti a non finire l' imbarazzo della scelta, non ti far intenerire, dalla via e alla svelta.

andrea, 13 May 2013 alle 21:12  0 comments  reads 89366/31504
in Pensieri ed Emozioni.
Alla vigilia di un altro "europeo" le osservo e rifletto...
da domani, terza volta a Bonn!!

I segreti per la felicita' sono determinazione, sforzo e tempo.

Dalai Lama

andrea, 17 July 2012 alle 19:56  0 comments  reads 81004/15880
in Pensieri ed Emozioni.
Poesia di andreasgamba.

Caro andreasgamba,

sul Forum "carnivoro" Rexplant mi hai dedicato un pensiero bellissimo, sotto forma di poesia con rime baciate, quasi una melodia.

E' un saggio di bravura letteraria e di fantasia che m'ha colpito: il tuo impegno e' stato notevole, sorprendente ed originalissimo. Il percepire che le mie emozioni, riportate su questo blog riescono a "fare centro" in chi si nutre della nostra comune passione, beh, e' un incentivo fortissimo per continuare ad utilizzare questa tecnologia fantastica per la comunicazione con chi, altrimenti, risulterebbe difficilmente raggiungibile.

Io ti ringrazio di cuore per la tua dedica, che riporto di seguito, correlata con immagini in tuo omaggio!

AndreA

Nella serra di Andreone

Piante uniche, mai sorelle

Non si perde l'occasione

Di vedere piante belle

La' ci sono flave e alate

Le sorprese mai finiscono

Le piu'¹ belle mai create

Coi colori che stupiscono

Poi ci son le leucophylle

Con i vasi grandi ed immensi

Ti s' illuminan le pupille

Ogni volta che le pensi

E che dir delle dionee

Con i loro denti enormi

Fan venire mille idee

quelle bocche un po' deformi

Le locuste ed i serpenti

Spettatori d' eccezione

Anche quelli son presenti

A lodar tal ideazione

E' un' eterna primavera non ti stufar giammai, continua e crea

Ci si sta mattina e sera A contemplare la tua Leah

E' un' eterna gioventu'

Ammirar tal creazioni

Ci sai dare solo tu

Queste splendide emozioni.

andrea, 20 May 2012 alle 11:51  0 comments  reads 80596/13386
in Pensieri ed Emozioni.
Qualcosa per cui lottare.

Questo argomento -off topic per una volta, rispetto le piante carnivore- mi sta veramente a cuore e non credo dover aggiungere troppe parole a quelle espresse in questo sito:

salviamo gli Orsi della Luna

...ed ancora La tragedia dei lager della bile

La causa e' piĆ¹ che nobile, merita profondissima attenzione ed ulteriori successivi miei approfondimenti. Tuttavia, per ora, il sasso l'ho lanciato...

Dai, a presto!

andrea, 9 March 2012 alle 19:00  0 comments  reads 81698/12479
in Pensieri ed Emozioni.
L'eredita' di Furio.

Continuano a cadere lunghe ore di neve, in questo mese bisestile che pare cosi' diluire ulteriormente l'attesa della primavera. Febbraio. Due anni fa, in questi giorni di prima decade, ci ha lasciati Furio Ersetti, primo vero coltivatore di piante carnivore in Italia, realizzatore e gestore dell'unico vivaio specializzato completamente a tema; romantico coltivatore e scrupoloso studioso, pioniere e specialista d'ogni essenza insettivora, Furio e' stato il sommo vate per gli allora pochissimi adepti disseminati sul territorio nazionale.

Mi piace raccontare questa storia, anche per ricordare Furio.

Premessa

Inizio anni '90, poco piu' di un ventennio fa: coltivavo le allora rarissime piante carnivore reperibili sul mercato senza alcuna nozione ne' conoscenza, tra molte sconfitte e magre soddisfazioni che, tuttavia, mi bastavano a tener accesa la fiamma della passione, fin dai tempi dell'infanzia. Deciso a conoscere qualcuno che, doveva pur esserci, fosse "filo-piantacarnivora" per scambiarci idee, conoscenze ed esperienze, mandai una lettera (naturalmente via posta ordinaria, internet era come l'acqua sul pianeta Marte oggi: si pensa che ci sia, si' magari c'e', ma non serve assolutamente a nulla!) alla rubrica "Cerco e Offro" del mensile di giardinaggio Gardenia con la quale lanciai, concretamente, un S.O.S!

Eccolo qui, il messaggio. E' sul Gardenia 101 del settembre 1992, pubblicato cinque-sei mesi dopo la spedizione...

Trascorsero circa quindici giorni e ricevetti il primo segnale di esistenza di "qualcuno come me": una lettera di Fiorello Verona da Udine in riferimento alla mia ricerca, nella quale spiegava che "un suo amico, un certo Furio Ersetti, aveva aperto da poco piu' di un anno un vivaio specializzato in piante carnivore vicino Udine, a Povoletto". E poi i riferimenti, il numero di telefono di questa sacra Mecca, sul ritrovamento della quale tanto avevo sperato e pregato. Ottobre 1992. Fu come un lampo abbagliante di vivida luce dopo decenni di deprimente apatica penombra.

In-cre-di-bi-le!! Un sogno, un miraggio forse, ma "tempo cinque minuti" composi il numero magico.

Furio

Subito mi disse "ciao Andrea! Fiorello mi ha parlato di te, sei quello di Bologna che corre i 100 mt. e coltiva dionee?". Io luccicavo e tremavo e quasi gracchiavo dall'emozione e gli risposi che "sģ, ho anche qualche Sarracenia, due o tre drosere" e che "Fiorello e' stato cosi' gentile nella lettera, ma mi ha parlato di piante che non conosco". Furio mi ascolto' in quel fiume in piena intervenendo pochissimo, resosi perfettamente conto della mia ignoranza piu' o meno cosmica ma del travolgente fervore che mi pervadeva anima e corpo; il suo modo era gentile, mite, educato, la sua voce pacata ed i suoi toni non privi di una vena di ironico spirito suscitandomi simpatia e curiosita' immediate. Mi disse poi che "Fiorello ti spedira' qualche pianta e qualche informazione. Noi ci sentiremo ogni volta che avrai bisogno e, trascorso l'inverno, verrai a trovare me e mia moglie Lilli qui, al nostro vivaio a Povoletto, in localita' Marsure di Sotto, vicino Udine".

Ando' esattamente cosi' ed al nostro primo incontro, il 3 luglio1993, era gia' il mio Dio.

Una settimana prima della mia visita, una troupe di "Gardenia" trascorse un'intera giornata presso il vivaio "Piante Esotiche Marsure" per allestire un servizio con immagini, informazioni, curiosita' e tutto quanto ancora non si sapesse circa questo misterioso mondo, che piano piano si andava illuminando anche in Italia. Non dimentico che in altri paesi europei, nel Regno Unito, in Australia ed in estremo oriente e negli Stati Uniti, la conoscenza sulle piante carnivore e sulla loro coltivazione era ad un livello cosi' approfondito da risultare per noi veri punti di riferimento. Infatti, dopo un sommario "censimento", capimmo che in Italia non eravamo piu' di dieci-quindici, con ottimistiche approssimazioni. C'era tutto da costruire ed il nostro punto di partenza era questo gardenshop e nursery, direbbero i british, di cui riporto le immagini tratte dall'uscita nelle edicole, nel novembre del 1993.

Esattamente cosi' lo trovai il vivaio quella prima volta, intoccato ed perfettamente disposto come da recente servizio fotografico! Un incontro esaltante, capace di emozionarmi quanto non potro' dimenticare mai, in quella mattinata di canicola d'estate, nella verdissima campagna, fuori Udine nord.

Vivevano, Lilli e Furio, in una baita di legno scuro, nel loro ampio terreno circondato da un ruscello dalla corrente vivace, con l'acqua fredda in discesa dalle vicine prealpi della Carnia; un fittissimo bosco di bambu' avvolge ed "ingloba" la casa, rendendola quasi invisibile e naturalmente mimetizzata. Vi si giunge, dalla strada comunale, percorrendo un rettilineo di strada bianca, a fondo di ghiaia ed erba, un sentiero di campagna, fiancheggiato dai gelsi e campi coltivati. Poi, a sinistra, la casa. E sullo sfondo, dopo poche decine di metri di piazzale sassoso, le serre delle piante carnivore. Tutt'attorno, campagna, bambu' e gracidar di mille rane dentro alle vasche per le piante acquatiche. Una parentesi poetica e di incantata fiaba, una angolo quieto nel quotidiano mulinare tra i minuti contati, un affresco bucolico e semplice capace di far apprezzare il frinire delle cicale quali elementi testimoni dell'importanza delle "piccole cose".

Furio m'e' sembrato fin da subito fedele all'immagine che mi feci di lui nei mesi precedenti al nostro inconto: uno spirito anticonformista, desideroso di affermare una propria identita' che lo differenziasse dagli altri, tuttavia mai presuntuoso. E poi era curioso, attento alle sfumature degli sguardi delle persone con cui si rapportava. Sapeva leggere precisamente le situazioni e "battezzava" le persone: se gli andavi a genio subito allora potevi aver con lui un rapporto preferenziale; se qualcosa non gli piaceva, allora bisognava dimostrarsi bravi il triplo nel tentativo di recuperare la sua stima. Riusciva illuminare i suoi occhi ed il suo volto in argentine risate, percorso come era da una vena ironica e spiritosa, dissacrante, atta a sdrammatizzare le situazioni piu' ruvide: lo ricordo chiedermi, di punto in bianco, nel bel mezzo di qualche altro discorso che nulla centrava, qualche imitazione di questo o quell'altro personaggio del mondo delle piante carnivore, piu' e piu' volte la stessa gag perche' si piegava dal ridere dicendo "e' cosi' e' cosi'!". E Lilli, amatissima compagna di vita, sempre al suo fianco, sempre a ridere con lui.

Ho avuto la fortuna di frequentare Furio per 18 anni. Abbiamo entrambi conosciuto i nostri reciproci difetti ma mai abbiamo messo in dubbio la nostra amicizia. Qualche anno piu' tardi, insieme ad altri "pionieri", abbiamo portato alla luce la nostra "AIPC"; con Fabione d'Alessi ci prodigavamo nel mantenere la sua presenza commerciale in questo o quell'altro mercato in giro per l'Italia intera, contribuendo anche a diffondere la conoscenza sulle piante carnivore e portando qualche entrata nelle casse dell'Azienda "Piante Esotiche Marsure", negli anni in cui la stanchezza cominciava ad arrotolarsi soffocante sulle energie del nostro mentore.

Questa e' bella: di rientro dopo un fine settimana di vendita, mancavano al conto finale piu' o meno 400 euro, su un totale di circa 2000. Insomma, una bella somma, un bel 20%... ma dove erano finiti tutti quei soldi? Giammai pensavamo che Furio potesse nutrire dubbi sulla nostra onesta', tuttavia la somma mancante non trovava giustificazione se non nel nostro essere stati "un po'" generosi con i regali, gli omaggi, il nostro fare gli sboroni ed i gradassi tanto da arrivare a quel conto! "Pero', adesso chi lo sente Furio?"

Appuntamento da Furio, a casa sua. Mi aspettava sul patio con un bicchiere di vino gia' pronto per me, seduto sulla sua poltroncina, circondato dai suoi bambu' che spuntavano ormai anche dal pavimento. Arrivando, ero cosi' teso da non sentir nemmeno le solite rane cantare, quei 400 maledetti sporchi euro pesavano eccome sulla mia linda coscienza.

"Ciao Furio!" dico. "Ciao Andrea!", dice lui e gia' rideva con quel ghigno velato, a tradire la sua anima leggera. "Furio...", incalzo io "Furio porca miseria non lo so dove sono finiti quei soldi! Guarda, abbiamo fatto tutti i conti, segnato tutto, contato al centesimo ma, diobono, mancano 400 euro!". Lui fa: "eh, non sono mica pochi.. ma come avete fatto a non rendervene conto? Avete regalato piante?" "Ma, qualcuna, magari qualcuna si'... sai, e' venuto quel nuovo socio AIPC di Roma, poi quell'altro con due bambini che erano incuriositi, poi ti ricordi quella signora che anche lo scorso anno...".

"Fermo fermo" mi blocca Furio "ho capito dai, hai fatto un po'... come si dice a Bologna, ah si', un po' lo sborone!!... Pausa. E mia totale incapacita' di reagire o ribattere. "Ma si'" conclude "cosa vuoi che siano i soldi... tutta futilita'. E' poi la Lilli che magari si incazza, ma insomma, poi le passa... Senti, la settimana scorsa e' venuto in vivaio quel rompiscatole la', fammi ancora la sua imitazione di quando dice...".

E via, giu' a ridere come solo uno spirito giusto puo'.

Furio. Una notte di febbraio di due anni fa una ricaduta di una precedente malattia gli e' stata fatale, e' caduto in coma e gli occhi non si sono piu' riaperti. Quando l'ho sentito per l'ultima volta, qualche settimana prima, ancora scherzava e giocava, ma un deciso velo di densa tristezza si era posato sui suoi slanci vitali e mi si dice che si fosse molto chiuso su se stesso, ignorando le piante e dedicandosi alla lettura ed alla pittura.

(Furio e Lilli)

Con me si e' fin dal primo incontro svestito dell'abito del commerciante, lasciandomi attingere completamente dall'infinita sapienza della sua notevolissima arte coltivativa, sobria, raffinata, sublime ed elegantemente casuale, capace di creare uno spaccato di pura natura dentro ad un contenitore di plastica; era come se le piante seguissero il suo essere semplice e delicato, ma sicuro e deciso al contempo.

Lilli ha subito un fierissimo colpo: in questi mesi, non ho trovato e non so ancora trovar parole per consolare il suo dolore, semplicemente perche' non esistono. Posso solo esserle vicino facendole sentire quanto Furio sia stato capace di entrare nel cuore di tanti e che, ricordandolo, lo possano mantenere spiritualmente vivo!

Desidero salutarlo con questo messaggio

Quando andai a trovarlo, la prima volta, gli chiesi tra le altre, anche la "Sarracenia x excellens" (per me, fino a quel momento, era solo un'immagine su qualche fotocopia spiegazzata). Lui mi disse che gli erano rimaste solo queste due, di questo vaso-composizione, allestito apposta per il servizio fotografico di "Gardenia", di qualche giorno prima. "Se per te non e' un problema, la prenderei", dissi. Cosi' fu. Apri' la composizione e mi diede la pianta desiderata".

Che poi e' questa, tuttora coltivata:

Ma non finisce qui. L'anno scorso l'ho auto-impollinata e dai semi prodotti, uno solo e' riuscito a germinare. Eccolo.

("excellens di Furio x excellens di Furio, oggi)

Cosi', mentre riposa sotto i tigli, qualche particella di vita ancora pulsa in quel nome, portando come testimone un solo, unico esemplare, dal carattere ineguagliabile, proprio come il suo.

Sono sicuro che per tutto questo racconto Furio annuisca, ne sia soddisfatto e mi ringrazi; poi sublima nel suo sorriso e mi chiede: "Dai Andrea, fammi ancora l'imitazione di "quello la' "!

andrea, 10 February 2012 alle 15:09  1 comment  reads 79620/14289
in Pensieri ed Emozioni.
80 cm. di neve e temperature siberiane, tuttavia...

"Gli animi tranquilli non possono essere ne' contenti ne' sbalorditi, ne' spaventati,

ma conservano nella fortuna e nella disgrazia la loro segreta pace, simili ad una capanna durante un temporale."

R.L. Stevenson

andrea, 5 February 2012 alle 18:45  0 comments  reads 80753/10703
in Pensieri ed Emozioni.
Come Peter Pan, a cinque giorni dal meeting!
il meeting visto con gli occhi di un bambino.

A cinque giorni dal meeting tutto e' pronto, "tutte" sono tirate a lucido come meglio non si potrebbe!

Mi par di percepire quello stato di "attesa-calma" che precede un grande evento, come negli istanti senza dimensione prima della partenza dei 100 metri piani nella finale olimpica, dove l'aria e' elettrica giacche' gonfia di energia: per ogni appassionato di piante carnivore, il meeting nazionale e' l'occasione per incontrare ed eventualmente conoscere chi lo puo' comprendere fino in fondo, chi ne condivide attese e trepidazioni, chi sa perdersi nella meditazione prolungata di forme e colori di trasformate foglie, dalla natura tanto strana da essere al limite del capolavoro.

(S. flava var. ornata "solid red throat" F88 MK - Drosophyllum lusitanicum)

Sara', per quanto mi riguarda, un incontro all'insegna del bianco: portero' diverse piante, ma quasi tutti esemplari di Sarracenia leucophylla, in diversi cloni.

L'allestimento dovra' avere la fortissima impronta del momento della stagione in corso, mi pare giusto rendere onore a questa specie che adesso offre il meglio delle proprie qualita'!

(S.leucophylla "fabio's dream" - S.leucophylla var. alba "L9 MK" - S.leucophylla "gulf breeze")

Veramente, mi piacerebbe portare un po' tutto. Adesso i colori sono cosi' tanto vivaci che lasciare a casa piante e' un peccato, sarebbero tutte meritevoli della miglior vetrina!..

Nel fare queste riflessioni penso sempre a quanto sarei rimasto colpito se da bambino, nel momento piu' creativo e fantastico della nascita della mia passione, mi fossi trovato a visitare una mostra ben allestita ed assortita! Ecco, ogni volta che propongo piante "da vedere", mi immedesimo sempre in quei folletti avidissimi di vita che sono i bimbi e provo a vedere cio' che vedono loro...

(S.alata var. nigropurpurea)

Si vola al meeting cari i miei "Peter Pan", all'isola che, per fortuna, per una volta, C'E'!!

(S. "leucophylla x alata x leucophylla"? - S.flava "F88", particolare della trappola)

Ah! Per tutti i "meno bimbi": in asta mettero' cosette piuttosto succose e moooolto difficili da trovare: fatevi trovare pronti, prontissimi e... smaliziatissimi!

Ci vediamo la'!

;-)

PS: citazione di A. de Saint Exupery, ne "Il Piccolo Principe", suggerita da Andrea S.: "Tutti i grandi sono stati bambini una volta. (Ma pochi di essi se ne ricordano).

andrea, 12 September 2011 alle 21:30  0 comments  reads 85534/12093
in Pensieri ed Emozioni.
Tra luci ed ombre.
a Graziella: e' bello ritrovarsi.

Ma si', la mantide mi ha distratto e provato a "imbarbagliare" per un attimo, pero' nessun dubbio: torno alle piante, con tutti i loro colori fantasiosi e tanto ricche di autunnali crescite, pronte prontissime a partecipare, insieme a me, tra dieci giorni, al nostro meeting, "Mira...bilmente" creato grazie al lavoro di infaticabili volontari, che s'annuncia all'insegna del "bianco leucophylla"!

Queste dame d'autunno sono cosi' sublimi adesso, cosi' procaci, cosi' provocanti, cosi tanto attraenti che non riesco a non ammirarle in ogni momento possibile!

Ho montato un faro alogeno in serra, un "coso" da 500 Watt, che mi permette visite notturne. Straordinario! I colori, le forme, il gioco delle ombre: meraviglia. Tutto viene avvolto da una luce calda, "morbida" mi vien da dire.

Nella notte, la serra, dal di fuori, sembra un organo che pulsa di propria vita e conserva gelosamente la forza di tanta vita ancestrale...

Scatto stasera qualche foto, "random", senza tecniche o cure. Vediamo quel che viene, soprattutto in paragone con le foto diurne..

Suggestivo veramente! Vediamo qualche pianta. Sono immagini a "mano libera", senza cavalletto, per cui la qualita' non risulta speciale (visti i tempi di esposizione)..

(Sarracenia leucophylla 'pubescent' di giorno e di notte -senza flash-)

(Sarracenia leucophylla f. heterophylla nelle due "versioni")

(Sarracenia leucophylla var. alba, di giorno...)

(...e di notte, con il flash!)

(S. minor 'oke giant' - Drosera dichotoma, by night - "leuco x alata x leuco")

;-)

Mi diverto, gioco. Di certo la bellezza di certe forme non si altera con la luce con la quale viene avvolta, tuttavia il gioco cromatico risulta divertente, interessante, da approfondire...

Le piante carnivore mi sanno regalare sempre belle emozioni, sotto ogni punto di vista: dedico queste immagini ad un'amicizia ritrovata e mai dimenticata, che mi porta alla mente una frase di George Washington, davvero calzante:

"La vera amicizia e' una pianta che cresce lentamente e deve passare attraverso i traumi delle avversita' perche' la si possa chiamare tale".

andrea, 7 September 2011 alle 22:29  0 comments  reads 85555/11994
in Pensieri ed Emozioni.
Eccoci!!!!
a Geo...
andrea, 26 May 2011 alle 15:25  0 comments  reads 88035/12679
in Pensieri ed Emozioni.
Nuove consapevolezze.

Passaggi. Da una stagione all'altra; dal freddo al caldo, dalla neve alle margherite, dalle nebbie all'arsura. Da una vita all'altra, attraverso cambiamenti profondi ma mai banali, attraverso trasformazioni sarebbe meglio dire, che portano con se' messaggi e conoscenze, emozioni e nuove consapevolezze.

E' primavera, finalmente! Dentro la serra lo e' "ancora di piu'", se si puo'! Infatti le temperature alte hanno iniziato a proporsi gia' dalla fine di febbraio, influendo sulla sveglia anticipata di tutti i propri ospiti carnivori ed, insomma, ecco una bella carrellata di immagini, un bel ricordo di questa lusinghiera primavera! Le piante sono in meravigliosa forma anche se alcune sono state divise e rimpicciolite notevolmente (mi riferisco soprattutto alle sarracenie). Nonostante cio' i nuovi ascidi presentano crescite prepotenti. E le dionee, di cui credo d'aver capito abbastanza, mi offrono "tagliole" davvero aggrassive!!!

(S.flava "F88" le prime due - S.x moorei "Leah Wilkerson", primo ascidio aperto)

(il colore delle Sarracenie purpuree - Drosera dichotoma "giant form")

(S.flava var. rubricorpora "red burgundy" - S.flava var. ornata "lidless" - S.flava var. cuprea)

(S.flava var. rugelii - S.alata var. nigropurpurea - S.minor var. okefenokeensis "giant")

(le basi grosse dei germogli di S.flava var. flava cv. maxima - Dionaea muscipula - Dionaea m. "B52")

(Cephalotus follicularis "Dudley Watts")

La serra. La "regina serra". In cui e' racchiuso gran parte del mio mondo e che ne conserva intatte le emozioni, riproponendole come fossero le energie ed il respiro profondo dei bei sogni.

Ah! Dimenticavo. Eccoli!!

..."seedlings", per non smettere mai di sognare.

Adoro i piaceri semplici. Sono l'ultimo rifugio per uno spirito complesso. (Oscar Wilde)

andrea, 19 April 2011 alle 12:52  0 comments  reads 87945/13089
in Pensieri ed Emozioni.
Riflessi.

"Dimenticai di seguire la traccia consueta.

M'allontanai d'alcuni passi dal sentiero,

mi parve estraneo il mio solito mondo,

come un fiore che io avessi conosciuto

solo in boccio.

La mia saggezza si sentiva umiliata.

Vagai smarrito nella terra delle meraviglie.

Fu la piĆ¹ grande delle mie fortune,

ch'io perdessi il sentiero, quella mattina,

e trovassi la mia infanzia per sempre."

Rabindranath Tagore

andrea, 19 April 2010 alle 10:46  0 comments  reads 109263/17832
in Di piante e d'altre memorie..., Pensieri ed Emozioni.
Omaggio alla prima neve.

Prima neve

Mi levera' al mattino tra il ridere pacato dei cristalli di neve. Cadi, cadi, allegra, buona Prima neve, tu sei la prima, sei la prima neve. I bambini nati in primavera e gli uccelli non ti conoscevano. Anch'io sono stupito dal biancore anch'io stupisco di quest'aria nuova: nella vecchia citta'  palpita adesso un che di fresco, come di boschivo. (B. Sluckij)

andrea, 14 December 2009 alle 10:16  3 comments  reads 92144/14470
in Pensieri ed Emozioni.
Fuori dal gruppo.

L'estate "vera" arde ed imperversa su tutto, ingigantendo i nostri sensi, pompando le nostre percezioni.

Non un giorno di pioggia, non mezza giornata grigia dai primi di luglio ad ora!! Giorni di canicola violentissima si sono abbattuti senza pieta' sulle zolle bolognesi, richiamando la massima attenzione all'apporto idrico quotidiano. Ben tutelata, la vita in campagna ha trovato ampio respiro ed energia, non risparmiandosi sui colori e sulle forme presentate sul Grande Palcoscenico, che mi ha sempre trovato in primissima fila.

Arricchisco il reportage fotografico d'agosto con un pensiero di uno dei miei autori preferiti (forse il preferito...) nel quale colgo tutto il bisogno di "uscire dal gruppo" in cui troppo spesso veniamo relegati dalle potentissime ed oscure (ma non troppo) "energie delle masse". Le piante carnivore, con e nella loro essenza, ci indicano una probabile via di fuga, basta saperla percepire e cogliere: si e' sempre in tempo.

...

"Questo grave disagio... non termina con la giovinezza, ma e' tuttavia vero che riguarda piu' frequentemente questa fase della vita. E' la lotta per l'individualita', per lo sviluppo del carattere.

Non a ogni essere umano e' dato diventare una personalita', la maggior parte rimana copia e non conosce affatto i travigli dell'individualita'. Chi pero' li conosce e li vive, apprende anche con certezza che queste lotte lo pongono in conflitto con la mediocrita', la vita normale e le convenzioni borghesi. Dalle due forze contrapposte, la spinta verso una vita personale e la richiesta di adattamento all'ambiente, nasce la personalita'.

Nessuna si forma senza esperienze rivoluzionarie, ma questo avviene naturalmente per gradi diversi in ogni essere umano, come pure la capacita' di condurre una vita veramente unica e originale (quindi non una vita mediocre...)

Il giovane uomo in divenire, quando tende ad una forte individualita', quando si discosta fortemente dall'individuo medio e comune, giunge necessariamente a condizioni che hanno l'apparenza della follia... Non si tratta ora di imporre al mondo le proprie "pazzie" e di rivoluzionarlo, ma di difendere gli ideali e i sogni della proprie individualita', affinche' non sfioriscano. Il misterioso mondo interiore, dove questi sogni sono di casa, viene costantemente minacciato, e' deriso dai compagni, evitato dagli educatori; esso non e' uno stato definitivo, ma un continuo divenire.

Il nostro tempo e' difficile soprattutto per i piu' sensibili fra i giovani. Esiste ovunque l'aspirazione a rendere uniformi gli uomini e a restringere il piu' possibile la loro personalita'.

E da questo la nostra anima giustamente si difende." Hermann Hesse

Le immagini sono state scattate tra il 17 ed il 25 agosto.

Ringrazio "i visitatori" Aga, Alessandro Arena, Antonio Ghiazzi "muscipula59" e l'inossidabile Giampiero Tonioli che sono venuti a farmi lieta visita il giorno 8 agosto!

;-)

andrea, 25 August 2009 alle 15:05  0 comments  reads 98812/13425
in Pensieri ed Emozioni.
La "persuasione del bello".
piccolo pensiero di mezza estate

"Io non ho mai tenuto in gran conto...l'educazione, vale a dire ho sempre avuto forti dubbi sulla possibilita'  di cambiare, di migliorare in qualche modo l'uomo attraverso l'insegnamento. Avevo una certa fiducia nella dolce persuasione del bello, dell'arte, della poesia: io stesso nella mia gioventu' fui piu' plasmato e reso curioso del mondo spirituale da queste forze che da tutti i 'metodi educativi' ufficiali o privati".

Hermann Hesse

andrea, 5 August 2009 alle 16:58  0 comments  reads 99167/13476
in Pensieri ed Emozioni.
Spititi nel sole d'estate.

(Dionaea muscipula 'G14')

(Dionaea m. 'reading university' - 'red sawtooth' - 'crocodile')

(Sarracenia leucophylla var.alba)

(la meravigliosa S.x moorei, proveniente dal prestigioso vivaio inglese Marston Exotics fondato dal mitico Adrian Slack)

"Mi piace l'odore della terra

e dei libri di scuola

dell'erba bagnata

delle creme solari

il profumo dei tigli

quello che hai tra i capelli

quello della tua pelle

che il vento mi porta

delle sere d'estate

tra stelle cadute

che poi raccogliamo

e brilliamo anche noi"

andrea, 13 July 2009 alle 13:28  1 comment  reads 100353/11564
in Pensieri ed Emozioni.
Che estate sia!

(La cicala - Lyristes plebegius - immancabile sottofondo canoro dei mesi piu caldi.)

Detto popolare: "Quando arriva la cicala, il cuculo smette di cantare"

Buona estate!!

andrea, 19 June 2009 alle 09:47  0 comments  reads 101181/11316
in Pensieri ed Emozioni.
Esplosione di vita!
finestre sui miei fumetti verdi

Alla fine di aprile la fioritura della sirena, quasi al termine, mi ha regalato rimembranze d'infanzia impagabili: la pianta che cresceva rigogliosa vicino al cancello di via Serenari 1 sbocciava proprio quando dalla fioraia Marta arrivavano le prime dionee nei vasetti in terracotta e da li' si apriva la porta per il mio "paese delle meraviglie"...

Al "Podere la Rosa" le meraviglie sono quotidiane, non riesco a descrivere l'incanto per tutti i sensi che ogni giorno questa primavera mi offre, regalando alle creature il massimo dell'energia possibile, riconvertita in colori, forme, movimento, forza, respiro.

Oggi, l'entrata nel "mondo dei miei sogni a fumetto" e' proprio quella della serra in giardino, che al termine di alcuni giorni di pioggia offre una tal ricchezza di vita da lasciar sbalorditi... Lascio che siano alcune immagini a parlar per me, anche perche' le mie parole non potrebbero mai arrivare la' dove arrivano occhi e cuore, in una stagione appena iniziata...

(dionaea shark, "B52" e "G14)

(bancali con sarracenie varie)

(Sarracenia flava var.rugelii "giant lid" e Sarracenia flava var.ornata/rugelii intergrade)

(...quasi 90 cm. gli ascidi di S.flava var.rubricorpora cv."red burgundy, marston clone")

(A questo fantastico ibrido "by carniflora" dedico ampio spazio...)

(S.leucophylla "red e white", S.leucophylla f.heterophylla ed ascidio di Cephalotus...)

Concludo con "la base" di germoglio piu' grossa mai incontrata: almeno un centimetro e mezzo per questo ascidio di Sarracenia x brooks!!! Per ora e' alto una sessantina di centimetri, ma ha ancora una punta strettissima! Arrivera' dove osano le aquile?

Proverbio popolare: "Quando il contadino e' nel fico, non conosce ne' parenti ne' amici."

;-)

Buon maggio, che sia nel fico per tutti...

andrea, 4 May 2009 alle 14:00  4 comments  reads 102952/11776
in Pensieri ed Emozioni.
La bellezza.

(Nessuno puo' essere diviso dalla bellezza, perche' la bellezza e' l'infinito - EMILY DICKINSON)

andrea, 9 December 2008 alle 13:10  0 comments  reads 104934/10444
in Pensieri ed Emozioni.
Il Meeting Perfetto.

"Se le mie pene future in una volta venissero ad affliggermi quest'oggi, sono cosi felice che sono certa si allontanerebbero ridendo."

(Emily Dickinson)

...qui sono nella sala mostra con un gruppo di aficionados: Cecilia, Eta, Andrea Ricci, Stefano, Alvise, Liana ed Alessandro Asgro. In tantissimi sono venuti a farmi visita rendendomi grande onore: ringrazio di cuore tutti tutti.

...lassu', ci sono io insieme alla mia Sarracenia leucophylla che ha ricevuto una ufficiale menzione di merito nientepopodimeno che da Siggy Hartmeyer...sono senza parole..

Tante parole sono state spese e si spenderanno, a giusta ragione, su questo Meeting a Mira. Per me e' stato semplicemente perfetto!!

Ora devo rifiatare un po' godendomi, ancora insieme ad esse, quest'inizio d'autunno davvero speciale...

Grazie a tutti, per tutto l'affetto e la stima che mi avete fatto sentire fortissimi e per aver reso indimenticabile questo "SuperMeeting"..!

Buon Autunno!

andrea, 22 September 2008 alle 13:14  3 comments  reads 109662/9859
in Pensieri ed Emozioni.
Sarracenia flava in copertina!

Che bella soddisfazione ragazzi!

Dopo oltre vent'anni di coltivazione vengo appagato una copertina su una rivista prestigiosa e diffusissima come Giardini ( http://www.giardini.biz) nel numero attuale settembre-dicembre!

Sono felicissimo.

E' andata cosi': lo scorso anno mi contatta il fotografo Fabiano Sodi per il servizio che gli ha impegnato un pomeriggio. Sapevo che sarebbe stato pubblicato piu' o meno in questo periodo, ma ormai non ci pensavo nemmeno, dopo tanto tempo m'era uscito di mente...

Beh, stamattina in edicola vedo la rivista con una Sarracenia in copertina...Oddio!! Ma e' la miaaaaaaaaa!!!. Infatti, eccola qui proprio insieme alla sua copia cartacea...

Tachicardia!!

Apro, sfoglio e le vedo tutte!!! Che figata megagalattica. IN COPERTINA SU GIARDINI!!! E CON UN GRAN ALBUM DENTRO!!! Le immagini sono sia di mie piante (praticamente tutte le Sarracenie e, credo, la Dionea) che del grande toscanaccio Mario Betti il quale, zitto zitto, c'ha proprio una gran bella collezione!!..

...Ma che gran gol che e' questo! Esulto!!

...il servizio e' piacevole, piuttosto semplice ma chiaro. All'interno della rivista c'e' anche un pro-memoria sul nostro Meeting del prossimo week end a Mira.

Dire che sono gasato e carico e' poco, VI VOGLIO TUTTI LA'!!!

...nel frattempo ho ritrovato tra vecchi giornali, il numero di Gardeniadel 1992 in cui chiedevo a gran voce di conoscere qualcuno in Italia che, come me, fosse malato di piantecarnivorite...mi rispose Fiorello Verona, amico di un certo Furio Ersetti ( PianteEsoticheMarsure) e da quel momento...mi ammalai ancora di piu'!!!!!

"C'e' qualcosa di nuovo oggi nel sole, anzi di antico: io vivo altrove e sento che sono intorno nate le viole."

(Giovanni Pascoli)

andrea, 15 September 2008 alle 10:13  6 comments  reads 110388/10340
in Pensieri ed Emozioni.
Strenne di Ferragosto.

Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni (ELEANOR ROOSEVELT)

andrea, 18 August 2008 alle 17:04  2 comments  reads 112465/9757
in Pensieri ed Emozioni.
Buon Natale
e felice 2008 da tutti Noi!

SOGNO DI NATALE di Luigi Pirandello

Sentivo da un pezzo sul capo inchinato tra le braccia come l'impressione d'una mano lieve, in atto tra di carezza e di protezione. Ma l'anima mia era lontana, errante pei luoghi veduti fin dalla fanciullezza, dei quali mi spirava ancor dentro il sentimento, non tanto pero' che bastasse al bisogno che provavo di rivivere, fors'anche per un minuto, la vita come immaginavo si dovesse in quel punto svolgere in essi. Era festa dovunque: in ogni chiesa, in ogni casa: intorno al ceppo, lassu'; innanzi a un Presepe, laggiu'; noti volti tra ignoti riuniti in lieta cena; eran canti sacri, suoni di zampogne, gridi di fanciulli esultanti, contese di giocatori... E le vie delle citta'  grandi e piccole, dei villaggi, dei borghi alpestri o marini, eran deserte nella rigida notte. E mi pareva di andar frettoloso per quelle vie, da questa casa a quella, per godere della raccolta festa degli altri; mi trattenevo un poco in ognuna, poi auguravo:

- Buon Natale - e sparivo...

andrea, 24 December 2007 alle 08:32  1 comment  reads 121466/10686
in Pensieri ed Emozioni.
Fabio ha un miliardo di ascidi
ed una campagna nuova...

Un pomeriggio quello di ieri, 18 marzo, trascorso con Fabione, con le sue piante (mille e mille e ancora mille) da portare in una nuova serrona, in campagna, a Padova, in un luogo di cent'anni fa, perla antica e rara nell'oggi a fibre ottiche! Con le galline, le caprette, il pony che bruca, l'erba a perdita d'occhio tutt'attorno, gli orti, l'odore del fumo di sterpaglie, il sole che tramonta senza ostacoli...i sogni, le speranze sono tutte seminate qui, cullate dagli antichi ritmi, assecondate dalla forza di una natura sovrana.

Le piante di Fabio costituiscono una collezione di primissimo ordine, sia numericamente che qualitativamente. Esemplari unici, linee botaniche prestigiose, piante dal "pedegree" nobile...ecco su cui Fabio avra' da lavorare alacremente nelle prossime settimane! Svasa, rinvasa, rinnova, taglia, propaga...dai Fabione, hai di che smanettare....e "avanti!" a quelli che decidono di aiutarlo nell'immane lavoro, c'e' posto per tutti tuttissimi....

(noi)

andrea, 19 March 2006 alle 10:46  13 comments  reads 104173/9340
in Pensieri ed Emozioni.
<  17 September 2019  >
MonTueWedThuFriSatSun
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Last Posts (30)
01/08: Il colore d'agosto.
17/07: La cornice del Quadro dei Giganti.
24/06: A ragionar di giugno, ci si imbarbaglia di colori e nostalgia.
05/06: A Merano, XXII AIPC Meeting, un vero show!
27/05: Come nei sogni.
21/04: Buona Pasqua!
14/04: Protagonisti d'aprile.
03/04: Il risveglio ed il gioco.
15/01: Sui Cephalotus giganti: Hummers Giant e True Giant.
06/01: Sui Cephalotus giganti.
18/12: Natale Natalone, mio caro.
29/11: Carniplant.
08/11: Il sorriso piu' bello.
02/09: Sulla soglia di un grande autunno.
25/07: Nepenthes x coccinea, che conquisto' Regina Vittoria.
22/07: Dionaea "Brutto Anatroccolo".
08/07: Sbrodolata di colori ed una vincitrice.
26/06: Dionee di giugno, le mie Regine.
14/06: Sotto i fiori dei tigli.
06/06: Ci vediamo a Mira next week end.
16/05: Un giro d'anno.
21/04: Infestare.
03/03: Sarracenia psittacina gigante.
02/03: Chiuso per neve!
17/01: Un complicato riassunto.
25/10: Il Pigliamosche 3.0...
07/06: Le antocianine accese.
29/04: Rosso d'aprile ed altre meraviglie.
22/04: In un Piccolo Paradiso.
28/11: Tessere d'autunno.

Search

 
 
Plotilda Copyright 2006-2008 Fabio d'Alessi  -  Blogs     - 22468026 hits