Sarrazin's Home
Risorse
indietro

  logo

 



     Risorse     
per coltivatori di piante carnivore

In costruzione
Suggerimenti e idee sono molto apprezzati

Questa pagina ha lo scopo di cercare di tenere un elenco aggiornato di tutte le possibili risorse disponibili per i coltivatori di piante carnivore italiani, gli appassionati o i semplici curiosi.

Cio' include indirizzi e recapiti di serre, orti botanici e rivenditori privati, nomi ed estremi di ditte che rivendono materiali utili, denominazioni e costi di materiali, medicinali, reagenti e quant'altro possa essere utile al novizio o all'esperto.

Insomma, un vademecum che dovrebbe crescere con i suggerimenti di tutti e che vorrebbe diventare (speriamo) il punto di riferimento per trovare velocemente qualsiasi cosa di cui possiate aver bisogno nella vostra coltivazione.

Il contenuto della pagina e' fortemente dipendente dai vostri suggerimenti e dalle vostre esperienze, quindi non ritardate e mandatemi la vostra lista di cio' che pensate sia utile includere qui.

Grazie

 
             
 



 Materiali di base

Torba    disponibile in ogni vivaio di piante o grossista floro/orticolo, spesso e volentieri anche negli ipermercati alla sezione giardinaggio. La torba che volete e' quella denominata "torba acida di sfagno" o "torba bionda di sfagno". Piu' chiara e', meglio e' (controllate se ci sono delle confezioni aperte o con dei fori). Controllate che non ci sia alcun fertilizzante o che non siano torbe arricchite con terriccio, humus o indicate per esempio per geranei e piante da appartamento. Meglio torbe con pH acido, da 3 a 5. Costo da 100 a 1000 lire al litro. Confezioni da 10 fino a 300 litri.

Perlite    disponibile presso grossi vivai o presso rivenditori di materiali edili da costruzione. A volte si trova con denominazioni diverse, tipo "Agrilit" o "Agriperlite". Si usa per alleggerire il substrato. Costo circa 30.000 a sacco da 50 litri. Se volete conoscere un rivenditore di perlite nella vostra zona, chiamate:
Perlite Italiana srl
Alzaia Trento 7
20094 CORSICO (MI)
tel 02 4474141 (zona di milano) o 045 8004020 (zona di verona)
nome del prodotto: AGRILIT

oppure

BPB Italia S.p.a.
Via G. Carducci, 125
20099 Sesto S. Giovanni (MI)
tel 02/26273.1
fax 02/26273400
nome del prodotto: AGRIPERLITE


Vermicolite    disponibile presso rivenditori di materiali edili da costruzione, usata come aggiunta a terreni per piante non troppo acidofile, come alcune Pinguicule. Ha un aspetto traslucido, a scagliette. Costo sulle 40-50.000 a sacco da 50 litri.

Orchid Bark    o corteccia da Orchidee. Disponibile in vivai specializzati nella coltivazione delle orchidee. Usata nella coltivazione di piante che necessitano di particolare aereazione delle radici, tipo Nepenthes. Costo?

Sabbia silicea    sabbia neutra adoperata per aumentare il drenaggio di substrati per piante acidofile, come Sarracenie e Dionee. Disponibile in negozi specializzati per acquari, o a volte in alcuni ipermercati. Attenzione che sia "quarzo" o "quarzite" o comunque sabbia a base di quarzo. Prezzo e taglio confezioni molto vario. Nell'ordine delle 20-30.000 per 10 Kg.

Sabbia comune    sabbia basica adoperata per specie non acidofile, come alcune Pinguicule. Disponibile presso rivenditori di materiale edili da costruzione. Costo praticamente nullo, vendita al metro cubo o a sacchi da 50-100 litri a 5-10.000 lire.



 Rivenditori Piante e Semi

Piante Esotiche Marsure   Via Cividina 10, Povoletto, loc. Marsure di sotto (UD) CAP I-33040 Telefono: 0432/679443 - L'unica serra specializzata in piante carnivore sul territorio italiano, sita in provincia di Udine. Spedisce in tutta italia. Chiamare (o faxare) i proprietari (Lilli e Furio) per informazioni, acquisti, o per organizzare visite alla serra da vendita.

Cook's Carnivorous Plants    Serra specializzata, sita in Oregon, USA. Per informazioni, vai su DiaCarna dove c'e' un'ampia recensione con foto.

California Carnivores   7020 Trenton-Healdsburg Road, Forestville CA 95436 (USA) Telefono: (707) 838-1630. Serra specializzata in piante carnivore sita in California, USA. Ottime referenze e ottime esperienze in passato. Ha un sito web (www.californiacarnivores.org) e ha spesso al listino (e in vendita) piu' di 500 specie di piante.

Allen Lowrie   Allen Lowrie, 6 Glenn Place, Duncraig, 6023 - Western Australia - Uno dei maggiori coltivatori e rivenditori di semi e piante carnivore al mondo. Purtroppo non e' dotato di sito web ne' mette a disposizione numeri di telefono o fax, quindi l'interazione e' difficoltosa: dovete spedire una busta con 3 coupon postali internazionali al suo indirizzo, aspettare il catalogo e poi ordinare. Il tutto porta via in generale 1-2 mesi. Ne vale la pena.

Andreas Wistuba   www.wistuba.com   Senza troppi fronzoli inutili, Andreas Wistuba e' IL rivenditore di Nepenthes ed Heliamphora. Oltre che un ottimo conoscitore di questi due generi ed un appassionato di raro talento, e' anche un discreto uomo di commercio, come vedrete dal suo listino, dalle sue numerose offerte e dalla bonta' dei suoi servizi clienti (spedizioni, rimborsi, garanzia). Le piante sono ottenute via micropropagazione (coltura tissutale).



 Negozianti forniti (per citta')

A fianco di Piante Esotiche Marsure, sopra citata, esistono alcuni rivenditori e negozianti, in varie parti d'Italia, che pur non essendo specializzati o appassionati, possono avere in vendita piante anche di notevole bellezza. Specialmente per chi e' alle prime armi e non vive attorno a Udine, cercare un vivaio cittadino dove trovare una dionea e' spesso fondamentale.
La lista e' costruita sull'esperienza di chi ha avuto a che fare con ciascun punto vendita.
Mandatemi i vostri commenti/indirizzi vostri negozianti locali!
Bologna ?
Firenze ?
Milano STEFLOR - Via erba 84 - 20097 Paderno D. (MI) - Alcune piante, anche di discrete dimensioni
Azienda Florovivaistica Seregnese - V.Repubblica 100/B - Seregno MI - Materiale, torba, pesticidi e a volte PC.
Napoli ?
Padova Fioreria (manca nome/indirizzo) localita' prato della Valle. Dionee, anche di notevoli dimensioni, e Sarracenie.
Roma Da una mail ricevuta da un amico (grazie Alfonso!):
"Se vuoi comprare PC a prezzi ragionevoli [a Roma], NON andare nei negozi di piante esotiche, piuttosto vai nei grandi chioschi di fiori dove potrai trovare Dionee, piccole Sarracenie e anche qualche Drosera. La soluzione migliore comprare qualche piantina a costi contenuti e moltiplicarla per talea. Ti do la posizione di questi chioschi:
-Piazza Igea, vicino alla fermata dell'autobus(parecchie Dionee, anche grandi e di varie specie, compresa l'Akai Ryu)
-Via Angelo Emo, davanti la fermata Cipro della metro A (Dionee, Sarracenie e Drosere di varie specie)"


I seguenti indirizzi mi sono stati spediti invece da Rocco (grazie!):
Si trovano nella IV^ Circoscrizione:
Chiosco ben fornito in Via Virgilio Talli c/o fermata ATAC n' 93, salendo per il Mercato Serpentara 2' sulla destra;
Chiosco (fornito periodicamente di diverse drosere, dionea, sarracenie) sito su Viadotto Gronchi (lo "stradone") provenendo da Colle Salario (sulla discesa) per uscita Fidene sul lato sinistro.
VII Circonvallazione-> nuovo Garden Center in via Palmiro Togliatti, 740
Treviso Van den Borre, loc. Terraglio. Dionee. Non sempre forniti.




 Specialisti italiani, per genere
Senza nulla togliere a tutti i coltivatori italiani, qui sono elencate le persone che sono ritenute piu' o meno da tutti dei punti di riferimento per un dato genere, e che sono sempre disponibili a rispondere a qualsiasi domanda via e-mail.

Cephalotus Andrea Amici (a.amici@alinet.it)
Dionaea ?
Drosera Filippo Tassara (strega@split.it)
Drosera (pigmee) Roberto Devoti (roberto@caronte.mt.asi.it)
Drosophyllum ?
Heliamphora ?
Nepenthes Marcello Catalano (catalano@internode.it)
Pinguicula ?
Sarracenia Andrea Amici (a.amici@alinet.it)
Utricularia ?



 Internet

Cliccare qui per andare alla pagina "links" sul sito "Le Piante Carnivore" di Fabio Bernieri. La sua pagina di link e' piu' che nutrita e rappresentativa.



 Associazioni

AIPC   Associazione Italiana Piante Carnivore - Nata nel 1998, pubblica un bollettino trimestrale (AIPC News), organizza incontri in Italia e scambi di materiale e informazioni. Per iscriversi (o per qualsiasi domanda) scrivere al segretario Fabio Bernieri, e-mail: trilobit@tin.it

ICPS   International Carnivorous Plant Society - Nata quasi trent'anni fa, e' il punto di riferimento internazionale per tutti i coltivatori di piante carnivore. Ha un proprio sito web (www.carnivorousplants.org) e pubblica un elegante bollettino trimestrale, a colori (CPN). Retta annuale 25$. Per informazioni scrivere agli editori Barry Meyers-Rice (e-mail: barry@carnivorousplants.org) o Jan Schlauer (e-mail: jan@carnivorousplants.org).



 Orti Botanici

Orto Botanico Padova   via Orto Botanico, 35100 Padova. Curatore Raffaele Rebellato. Il piu' antico Orto Botanico del mondo occidentale (453 anni), e probabilmente uno dei primi al mondo a tenere piante insettivore. Oggi la collezione di carnivore annovera una cinquantina di specie tra cui alcune Sarracenie spettacolari. Alcune foto presenti in DiaCarna.

Orto Botanico Napoli   via Foria 223, 80139 Napoli. Curatori Edoardo Pinto (edopinto@cds.unina.it) e Ottavio Iovane. Manca commento, chi l'ha visitato mi scriva, grazie.



 Rivenditori Equipaggiamento

Nature's Way   4411 Bee Ridge Road, Suite 195, Sarasota, Florida 34233 USA - Rivenditore di impianti di trattamento dell'acqua per acquari professionali. Hanno un sito web in linea (www.rosystems.com) e un indirizzo di posta elettronica (info@rosystems.com). Altre informazioni sulla loro homepage. Sono specializzati in impianti a osmosi inversa a membrana TFC. Questi impianti sono indicati anche per coltivatori di piante carnivore particolarmente appassionati o con un gran numero di piante. Un impianto in genere costa sulle 3-400.000 lire, spese e trasporto compresi. Una vera chicca da perfezionisti, ma fortemente sconsigliato ai principianti o a chi abbia poche piante.

CASIO   www.casio.com - Si, lo so "E checc'entra la Casio?". In effetti... Pero' questa primavera Andrea Amici mi ha dato un'ottima idea per risolvere i problemi legati a scrivere decine e decine (se non centinaia) di etichette per identificare le mie piante, le capsule dei semi, le talee e cosi' via. Usare una etichettatrice digitale. La CASIO vende questi apparecchi dal costo molto contenuto, una grafica piu' che adeguata ed un'ottima usabilita'. Stampano su etichette plastificate colorate o trasparenti. Il nome dell'articolo sul catalogo Casio e' EZ-LabelPrinter e ne esistono vari modelli. Come per l'impianto a osmosi inversa, le etichettatrici digitali sono indicate solo per chi ha davvero tante piante e poco tempo, o ha qualche soldo da spendere. Altrimenti il metodo cartellino di plastica e matita va piu' che bene.

Hanna Scientifical Instruments   www.hannainst.co.uk - Ditta che produce apparecchiature scientifiche normalmente del costo di svariati milioni. Ha pero' al listino anche alcuni apparecchi di notevole precisione e di costo veramente modesto (nell'ordine delle 50-100.000 lire) indicati per l'uso da parte di appassionati. In particolare, di utilita' per i coltivatori di piante carnivore piu' esigenti, un pH-metro (per misurare acidita'/basicita' dell'acqua) e un conduttivimetro (per misurare il contenuto di sali dell'acqua).

Esposimetro   Manca il riferimento! - Un esposimetro e' un semplice apparecchio, normalmente usato dai fotografi, che riporta in maniera precisa la quantita' di illuminazione presente in un determinato posto. L'occhio umano, purtroppo (o per fortuna) e' fatto in modo da adattarsi alla luce presente cercando di dare sempre la sensazione di una buona luminosita' all'osservatore. Cio' significa che spesso il nostro cervello non riesce a rendersi conto dell'effettiva illuminazione di un posto, e puo' vedere due posizioni piu' o meno ugualmente illuminate (di giorno) quando in realta' in una posizione la luce e' 3 volte piu' intensa che nell'altra. Le piante, ovviamente, risentono anche di piccole differenze di esposizione. L'esposimetro e' costruito in maniera da dare sempre una misurazione lineare e precisa della luce presente, e nel nostro caso puo' aiutare a farsi un'idea del perche' alcune piante in alcune condizioni di luce vengono piu' o meno rigogliose, mentre in altre no. Puo' aiutare a registrare le condizioni di miglior crescita di una determinata specie per poterle poi ricreare in altri ambienti o in tempi successivi.

Idrovasi   Manca il riferimento! - Altro consiglio di Andrea. Utilizzare, al posto del classico sistema a sottocassetta, degli idrovasi, nella coltivazione di piante carnivore da palude (Sarracenia, per dirne una). Per una foto di alcuni idrovasi, provate a vedere la collezione di Andrea sulla pagina a lui dedicata di DiaCarna (clicca qui, poi scegli la foto 'serra').
Gli idrovasi hanno il vantaggio di mantenere piu' umidita' e piu' a lungo, di simulare un livello dell'acqua che non arrivi solo "al fondo del vaso" ma giunga anche a coprire l'intera superficie del vaso, se richiesto, emulando piu' da vicino le situazioni che si hanno in palude. Tecnicamente sono 2 vasi uno dentro l'altro. Quello esterno non ha fori, quello interno si. Sono dotati di galleggiante per indicare il livello dell'acqua. Il costo e' notevole, ma per chi vuole provare questa tecnica e' piu' che giustificato.



 Fertilizzanti e Fitomedicinali
(in costruzione)

 Libri
(in costruzione)
 
         
  Pagina aggiornata al:
30 Giugno 1999.
 
Layout & programming by Fabio d'Alessi, 1999
 
Domande?  Scrivi al Webmaster